Blog di NaturaSofia

Naturopata, Floriterapia, Pranoterapia, Counseling

Le Forze Eteriche

Quattro Eteri e Quattro Elementi

Nell’ambito della Pranoterapia è bene parlare più approfonditamente dei tipi di etere di cui tanto l’Etere Cosmico che l’Etere Terrestre ed il corpo eterico umano sono formati. L’etere si divide infatti in quattro eteri, corrispondenti alla sublimazione dei quattro elementi. Per questo tre eteri ed elementi esiste un rapporto inverso, secondo cui è più elevato l’etere che viene estratto dall’elemento più denso. In sequenza abbiamo: Terra, Acqua, Aria, Fuoco che diventano etere del Calore, della Luce, del Suono e della Vita. In tal modo l’elemento della Terra, il più concreto e denso, origina l’Etere della Vita il più elevato:

  • Etere del Calore: è il Fuoco sublimato. La forza plasmatrice è puntiforme, ed il movimento concentrico. Viene percepito in vita tanto come calore esterno, essendo all’origine del calore fisico, che come calore animico, è il calore dell’affetto e dell’amore. Decade in gravità;
  • Etere della Luce: è l’Aria sublimata. La forza plasmatrice è la linea retta, il movimento irraggiante e la forma chiusa del triangolo. È alla base della percezione vivente della luce fisica, così come nella facoltà di percezione di immagini interiori. Decade in elettricità;
  • Etere del Suono: è Acqua sublimata. La forza plasmatrice è la linea curva, il suo movimento è ondulatorio e la sua forma sono la mezzaluna ed il cerchio. È alla base della percezione vivente del suono, così come delle reazioni chimiche che sono l’effetto esteriore di armonie cosmiche intessute nell’etere cosmico. Decade nel magnetismo;
  • Etere della Vita: è Terra sublimata. La forza plasmatrice è sono le linee ortogonali, il movimento è ad angoli retti e le sue forme sono la croce e quadrato. È alla base di tutti i fenomeni della vita che si manifesta sul piano fisico, sia come percezione della vitalità. Decade nell’energia nucleare.

Per comprendere meglio la natura delle forze plasmatrici eteriche possiamo prendere l’esempio di un albero: la Terra corrisponde all’albero fisico e alla materia solida che lo compone; l’Acqua corrisponde alla materia liquida dell’albero, la linfa e l’acqua; l’Aria corrisponde all’aria che l’albero respira e all’anidride carbonica; il Fuoco la temperatura relativa dell’albero e al calore insito nei legami chimici delle sostanze che contiene; l’Etere del Calore mantiene l’albero in vita per un certo periodo di tempo; l’Etere della Luce determina la forma che l’albero di ritaglia nello spazio; l’Etere del Suono causa il processo di ramificazione e di distribuzione delle foglie; l’Etere della Vita sostiene la vita e l’individualità dell’albero. È attraverso la metamorfosi tra gli elementi e l’etere che un essere spirituale viene in essere nel mondo fisico.

La radiazione cosmica di fondo nell’universo è il risultato dell’originario processo di evoluzione comica, fondato sull’etere del calore. Tale calore è anche racchiuso all’interno del nucleo delle stelle, così come dei pianeti che possiedono ancora un nucleo incandescente, come la Terra che ha una propria fonte di calore geotermico. Durante il giorno è il Sole che promana senza sosta l’etere del calore e della luce nello spazio cosmico, inondando così la Terra con il calore e la luce. Sono questi due eteri da cui deriva l’energia disponibile sulla Terra affinché sussista la vita. Durante la notte è invece la Luna che promana etere, in particolare l’etere del suono, che arriva a noi come variazione del campo gravitazionale e magnetico della Terra al passaggio della Luna. Infine, il corpo eterico della Terra è composto dall’etere della vita, quel campo chiamato anche Biosfera, in cui è possibile l’esistenza stessa della vita.

Forze eteriche e discipline olistiche

Proprio perché esiste un forte nesso tra l’esistenza della vita sulla Terra e la dinamica degli eteri, è possibile riequilibrare gli eteri nel corpo umano utilizzando dei rimedi naturali. Nell’ambito degli alimenti viene anche chiamata anche bioradianza.

Le forze eteriche vengono assorbite dal corpo attraverso il corpo quando siamo negli ambienti naturali, quali la montagna, la campagna ed il mare, dove la guarigione avviene più velocemente ed efficacemente grazie alla Natura. Assumiamo inoltre forze eteriche dal cibo: queste forze sono il reale nutrimento, al di là della materia ingerita. Per questo motivo l’agricoltura biodinamica permette di rendere il più attive possibile le forze eteriche, così che queste possano essere conservate il più efficacemente negli alimenti e dunque nel corpo umano.

Ne consegue che i quattro eteri hanno infatti attinenza con i metodi delle discipline olistiche e della Naturopatia associati alla Pranoterapia:

  • Etere del Calore si esprime soprattuto nel calore delle mani attraverso cui fluisce l’etere e nell’effetto riscaldante degli oli essenziali usati in Aromaterapia. Nei cibi, i frutti ne sono ricchi;
  • Etere della Luce: si esprime delle luci colorate usate nella Cromoterapia che stimolano i colori complementari nell’anima, secondo la teoria dei colori di Goethe. Inoltre gli oli essenziali usati in Aromaterapia hanno un effetto “rischiarante” sulla mente. Nei cibi, ne sono ricchi i fiori;
  • Etere del Suono: si esprime nella vibrazione delle vocali planetarie da parte del pranoterapeuta come anche nei brani di musica classica impiegati nella Musicoterapia. Nei cibi, ne sono ricche le foglie;
  • Etere della Vita: viene stimolato lavorando sugli altri eteri attraverso il complesso del trattamento, nonché attraverso una corretta alimentazione. Ne sono ricche le radici. Questo “senso della vita” viene infine percepito nelle azioni della vita quotidiana, come risultante di tutto l’equilibrio eterico.

Leave a Reply