Blog di NaturaSofia

Naturopata, Floriterapia, Pranoterapia, Counseling

Gli Archetipi nella Biografia

Le Forze del Destino, gli Archetipi

Possiamo qui delineare una sintesi delle forze archetipali in gioco nell’evoluzione della biografia e di cui si tiene conto nel Counseling Biografico. Queste sono le forze archetipali che devono essere riconosciute nelle loro successive metamorfosi: solo in questo modo è possibile divenire coscienti della propria biografia.

2 Archetipi Polari, il Dualismo sulla verticale:

  1. Forze Luciferiche: sono le forze di trazione verso l’alto, di espansione nel macrocosmo. Diventano Idealismo unilaterale.
  2. Forze Arimaniche: sono le forze di trazione verso il basso, di contrazione nel microcosmo. Diventano Materialismo.

Si esprime anche come Padre e Madre Cosmici:

  1. Padre Cielo: è il principio di Irraggiamento verso l’esterno, che si esprime nella forma della Linea Retta come i raggi del Sole. È l’Eterno Mascolino.
  2. Madre Terra: è il principio di Implosione verso l’interno, che si esprime nella forma della Linea Curva come i raggi della Luna. È l’Eterno Femminino.

3 Archetipi Alchemici, i Tria Prima di Paracelso:

  1. Sale: è il principio materializzante e contraente. Rappresenta la solidità del Corpo. Nell’anima è il Pensare.
  2. Mercurio: è il principio animante e ritmico. Rappresenta la fluidità dell’Anima. Nell’anima è il Sentire.
  3. Zolfo: è il principio spiritualizzante ed espansivo. Rappresenta il fuoco dello Spirito. Nell’anima è il Volere.

Presi insieme, i Tria Prima corrispondono ad ogni possibile ternario, tanto nella Natura che nell’uomo che nel Cosmo. Possono anche rappresentare il Triplice Spirito: lo Zolfo come Sé Spirituale, il Mercurio come Spirito Vitale e il Sale quale Uomo-Spirito.

O come polarità nel Cosmo e nell’Essere Umano:

  1. Pensare: promana insieme ai raggi della Luna, che sono il riflesso dei raggi del Sole. Procede dal Sole come diretto pensare cosmico dunque, nel momento in cui viene raccolto dalla Luna, diviene pensare riflesso sublunare e quindi terrestre. Nell’uomo il pensare razionale deriva dalla percezione sensoriale, ed è dunque riflesso, mentre il pensare libero dai sensi ascende alla sfera solare, ed è dunque pensare cosmico.
  2. Sentire: permette l’incontro tra la corrente del pensare che da cosmico diviene terrestre, e della volontà che da terrestre diviene cosmica.
  3. Volere: promana dal centro della Terra e si irraggia nello spazio cosmico, dove viene compensato dal pensare cosmico irraggiato dal Sole.

4 + 1 Archetipi Elementari:

  1. Terra: è fredda e secca, è lo stato solido della materia, il più pesante. Temperamento Malinconico preponderante nel corpo fisico. Nel Tarot è il Seme di Denari.
  2. Acqua: è fredda e umida, è lo stato liquido della materia. Temperamento Flemmatico preponderante nel corpo eterico. Nel Tarot è il Seme di Coppe / Cuori.
  3. Aria: è calda e umida, è lo stato aereo della materia, il gas. Temperamento Sanguigno preponderante nel corpo astrale. Nel Tarot è il Seme di Spade / Picche.
  4. Fuoco: è caldo e secco, è lo stato calorico della materia, il calore. Temperamento Collerico preponderante nell’Io. Nel Tarot è il Seme di Bastoni / Fiori.
  5. Etere: è l’essenza fondamentale di tutti e quattro gli elementi, rappresenta la vita universale. Talvolta indica lo Spirito. Nel Tarot è l’Arcano Maggiore 0 – Il Matto.

Presi insieme, i 4 elementi sono anche gli archetipi formativi dei quattro corpi, che vengono dunque rappresentati da forme geometriche quali, il Quadrato, se includiamo solo i quattro elementi, oppure dal Pentagramma, la stella a cinque punte, quando includiamo anche l’Etere o Spirito quale quinto elemento.

7 + 1 Archetipi Planetari

  1. Terra: nella Cabala corrisponde a Malkuth, il Regno. L’Arcangelo è Sandalphon. Intonazione animica dell’Immanentismo. Colore: simbolo Bianco su sfondo Verde. Metallo Antimonio. Arcano Maggiore del Tarot: 0 – Il Matto. È il pianeta spiritualmente centrale nel Cosmo, tutti gli altri pianeti si relazionano alla Terra quale dimora dell’uomo. È il pianeta in cui si svolge il dramma cosmico ed umano della Redenzione. Nei sogni è l’eroe all’inizio del suo viaggio, prima di essere divenuto Eroe Solare che ha affrontato il Guardiano della Soglia e ne è uscito vincitore. È l’Araldo della Nuova Era. Sua madre è la Luna, suo padre è Saturno e dunque rappresenta anche il bambino appena nato.
  2. Luna: nella Cabala corrisponde a Yesod, il Fondamento. Nota musicale: Si.  Vocale EI. Intonazione animica dell’Occultismo. Colore: simbolo Giallo su sfondo Viola. Metallo Argento. Organo: Organi Riproduttivi e Sistema Nervoso. Arcano Maggiore del Tarot: II – La Papessa. Nell’anima è la Grande Madre (Iside, Selene, Maria), colei da cui vengono partorite le anime sulla Terra e a cui le anime passano al momento dell’attraversamento delle porte della Soglia della Morte. Nei sogni compare come una donna matura o la Vecchia Saggia. Funge da specchio cosmico: raccoglie tutti gli impulsi spirituali degli astri, in particolare il Sole, e li riflette sulla Terra. Da ciò deriva il fatto che l’argento è il metallo più riflettente. Ha il suo opposto in Saturno. Regola il processo vitale della Riproduzione.
  3. Mercurio: nella Cabala corrisponde a Hod, lo Splendore. Nota musicale: Re. Vocale I. Intonazione animica del Trascendentalismo. Colore: simbolo Blu su sfondo Arancione. Metallo Mercurio. Organo: Polmoni. Arcano Maggiore del Tarot: I – Il Bagatto o Mago. Nell’anima è il Messaggero (Thoth, Ermete, Mercurio) che porta la buona novella all’Eroe, la chiamata alla sua missione di vita, colui che sconvolge gli equilibri (Trickster) eppure permette che l’evoluzione si compia attraverso la congiunzione degli opposti, celebrando le Nozze Alchemiche. È il pianeta dell’intelligenza e della comunicazione, che permette al pensiero di fluire liberamente. Per questo rappresenta l’infanzia. Ha il suo opposto in Giove. Regola la il processo vitale del Mantenimento.
  4. Venere: nella Cabala corrisponde a Netzach, la Vittoria. Nota musicale: Fa. Vocale A. Intonazione animica del Misticismo. Colore: simbolo Rosso su sfondo Verde. Metallo Rame. Organo: Reni. Arcano Maggiore del Tarot: III – L’Imperatrice. Nell’anima è la controparte femminile del maschile, l’Anima (Hathor, Afrodite, Sofia) e rappresenta l’Eterno Femminino che media tra il mondo esteriore materiale e quello interiore spirituale dell’Eroe. È la Regina che si unisce al Re nelle Nozze Alchemiche. Nei sogni compare come una giovane donna. È il pianeta della bellezza e del nutrimento, che permette lo sviluppo delle idee in oggetti concreti. Per questo rappresenta anche l’adolescenza. Ha il suo opposto in Marte. Regola la il processo vitale della Crescita.
  5. Sole: nella Cabala corrisponde a Tiphareth, la Bellezza. Nota musicale: La. Vocale AU. Intonazione animica dell’Empirismo. Colore: simbolo Viola su sfondo Giallo. Metallo Oro. Organo: Cuore. Arcano Maggiore del Tarot: VII – Il Carro. Nell’anima rappresenta l’Eroe dai Mille Volti, l’Eroe Solare, colui che ha indossato tutte le maschera per affrontare il Viaggio dell’Eroe, la Persona (Horus, Mithras, Michael). Nei sogni compare come il protagonista. È il pianeta della vita e dell’individualità, che esiste nella misura in cui si dona al Cosmo. Con le sue fluttuazioni ritmiche è il cuore cosmico che batte all’unisono con la Terra verso la quale sono diretti i suoi sforzi di elevazione. Non ha opposti in quanto è il diaframma equilibratore dei pianeti sottosolari e soprasolari. Rappresenta la maggiore età. Regola la il processo vitale della Circolazione.
  6. Marte: nella Cabala corrisponde a Geburah, la Forza. Nota musicale: Do. Vocale E. Intonazione animica del Volontarismo. Colore: simbolo Verde su sfondo Rosso. Metallo Ferro. Organo: Cistifellea e Dotti Biliari. Arcano Maggiore del Tarot: IV – L’Imperatore. Nei sogni è l’uomo virile (Ares), il Re, che aiuta l’Eroe con un oggetto magico o si unisce in Nozze Alchemiche a Regina (L’Imperatrice), rappresenta l’Eterno Mascolino, è chiamato anche Animus. È il pianeta dell’espressione, sia come parole che come gesti. La sua è pura forza che si traduce anche in scontro violento al fine di superare un conflitto. Rappresenta l’età virile. Ha il suo opposto in Venere. Regola il processo vitale della Nutrizione.
  7. Giove: nella Cabala corrisponde a Chesed, la Grazia. Nota musicale: Mi. Vocale O. Intonazione animica del Logicismo. Colore: simbolo Arancione su sfondo Blu. Metallo Stagno. Organi: Fegato. Arcano Maggiore del Tarot: V – Il Papa. Nell’anima rappresenta il mentore, e nei sogni compare come il Vecchio Saggio che conferisce la conoscenza mistica all’Eroe. È il pianeta della gioia che da lui prende il nome, dell’abbondanza e della regalità. Conferisce la perfezione plastica alla forma. Ha il suo opposto in Mercurio. Rappresenta l’età matura. Regola la il processo vitale del Riscaldamento.
  8. Saturno: nella Cabala corrisponde a Binah, l’Intelligenza. Nota musicale: Sol. Vocale U. Intonazione animica della Gnosi. Colore: simbolo Bianco su sfondo Nero. Metallo Piombo. Organi: Milza e Midollo Osseo. Arcano Maggiore del Tarot: VIII – L’Eremita. Nell’anima è l’Ombra, il Guardiano della Soglia che protegge la Soglia del Mondo Spirituale impedendo l’accesso all’Eroe prima che sia pronto per ricevere la Saggezza Perenne, È il pianeta della serietà, della malinconia e del tempo che scorre inesorabile. Il suo impulso porta all’irrigidimento fino alla morte. Rappresenta la vecchiaia. Ha il suo opposto nella Luna. Regola la il processo vitale della Respirazione.

12 + 1 Archetipi Zodiacali

  1. Ariete: 21 marzo – 20 aprile. Segno Maschile Cardinale di Fuoco. Colore Rosso. Senso fisico dell’Io. Visione del Mondo Idealista. Qualità: positiva Audacia; negativa Impulsività. L’Ariete dona se stesso continuamente nello slancio volitivo. Per questo motivo è inscritto come segnatura nel corpo dell’uomo, nella forma della fronte. Corrisponde al capo e dunque alla verticalizzazione della figura umana.
  2. Toro: 21 aprile – 20 maggio. Segno Femminile Fisso di Terra. Governato da Venere. Colore Corallo. Senso fisico del Pensiero. Visione del Mondo Razionalista. Qualità: positiva Praticità, negativa Indulgenza. Il Toro elabora gli slanci volitivi dell’ariete e li porta a maturazione nella terra, ponendo in atto la fertilità potenziale. Corrisponde alla gola dell’uomo e con essa la laringe, con la possibilità di emettere suoni all’esterno.
  3. Gemelli: 21 maggio – 21 giugno. Segno Maschile Mobile d’Aria. Governato da Mercurio. Colore Arancione. Senso fisico del Linguaggio. Visione del Mondo Matematista. Qualità: positiva Versatilità; negativa Superficialità. I Gemelli prendono ciò che è stato maturato dal Toro e lo portano nel mondo, con la massima apertura. Corrisponde alla simmetria bilaterale della figura umana, e con essa tutti gli organi e le parti doppie e speculari.
  4. Cancro: 22 giugno – 22 luglio. Segno Femminile Cardinale d’Acqua. Governato dalla Luna. Colore Giallo Oro. Senso fisico dell’Udito. Visione del Mondo Materialista. Qualità: positiva Ricettività; negativa Pigrizia. Il Cancro prende la relazione dei Gemelli e la interiorizza, poiché solo risalendo al passato è possibile divenire consci della propria individualità. Corrisponde alla cassa toracica e quindi alla separazione tra interno ed esterno.
  5. Leone: 23 luglio – 23 agosto. Segno Maschile Fisso di Fuoco. Governato dal Sole. Colore Giallo. Senso fisico del Calore. Visione del Mondo Sensualista. Qualità: positiva Ambizione; negativa Superbia. Il Leone prende ciò che il Cancro ha isolato dal mondo esterno e lo fa suo nell’interiorità donando ad esso il principio del ritmo. Corrisponde al cuore e alle cavità interne dell’organismo umano (celoma).
  6. Vergine: 24 agosto – 22 settembre. Segno Femminile Mobile di Terra. Governato da Mercurio. Colore Citrino. Senso fisico della Vista. Visione del Mondo Fenomenista. Qualità: positiva Precisione; negativa Criticismo. La Vergine prende ciò che il Leone ha maturato dentro di sé, e lo porta a successive trasmutazioni che avvengono al suo stesso interno. Corrisponde agli organi dei visceri, in comunicazione tra loro, senza rapporto diretto col mondo esterno in cui avviene il metabolismo.
  7. Bilancia: 23 settembre – 22 ottobre. Segno Maschile Cardinale d’Aria. Governato da Venere. Colore Verde. Senso fisico del Gusto. Visione del Mondo Realista. Qualità: positiva Equilibrio; negativa Passività. La Bilancia prende ciò che la Vergine ha trasmutato nel suo grembo e lo soppesa, lo pone in equilibrio orizzontale, grazie al perno situato sulla verticale. Corrisponde al cinto pelvico e scapolare e con essi, alla posizione di equilibrio.
  8. Scorpione: 23 ottobre – 22 novembre. Segno Femminile Fisso d’Acqua. Governato da Marte e Plutone. Colore Turchese. Senso fisico dell’Olfatto. Visione del Mondo Dinamismo. Qualità: positiva Rigenerazione; negativa Distruzione. Lo Scorpione prende ciò che la Bilancia ha portato all’equilibrio e lo manifesta come creazione artistica all’esterno o di converso nella distruzione del vecchio. Corrisponde all’apparato riproduttore capace di generare un altro corpo fisico.
  9. Sagittario: 23 novembre – 21 dicembre. Segno Maschile Mobile di Fuoco. Governato da Giove. Colore Blu. Senso fisico dell’Equilibrio. Visione del Mondo Monadista. Qualità: positiva Progresso; negativa Conformismo. Il Sagittario rende indipendente ciò che lo Scorpione ha riprodotto in quantità, gli dona uno scopo unico e irripetibile, lo slancio vitale. Corrisponde alle membra, permettendo così all’uomo di arrivare avanti il suo corpo, nel futuro.
  10. Capricorno: 22 dicembre – 20 gennaio. Segno Femminile Cardinale di Terra. Governato da Saturno. Colore Indaco. Senso fisico del Movimento. Visione del Mondo Spiritualista. Qualità: positiva Concentrazione, negativa Rigidità. Il Capricorno prende lo scopo del Sagittario e, attraverso il confronto con gli opposti, tanto lo rende profondo quando elevato. Corrisponde alle articolazioni del corpo, cioè la capacità di piegarsi e fare forza.
  11. Aquario: 21 gennaio – 19 febbraio. Segno Maschile Fisso d’Aria. Governato da Saturno e Urano. Colore Viola. Senso fisico della Vita. Visione del Mondo Pneumatista. Qualità: positiva Innovazione, negativa Utopismo. L’Aquario prende la dualità del Capricorno e traspone su un piano superiore, nel mondo dell’astrazione fino alla soglia della dissoluzione. Corrisponde alle membra articolate in due parti funzionali, braccio e avambraccio, coscia e gamba.
  12. Pesci: 20 febbraio – 20 marzo. Segno Femminile Mobile d’Acqua. Governato da Giove e Nettuno. Colore Magenta. Senso fisico del Tatto. Visione del Mondo Psichista. Qualità: positiva Spiritualità, negativa Dissoluzione. I Pesci prendono l’elevazione dell’Aquario e lo trasportano nell’azione attraverso il sacrificio. Corrisponde alle parti terminali articolate degli arti dell’esser umano, mani per afferrare e piedi per camminare.
  13. Il Sole Spirituale: la sorgente ed il fine ultimo dei segni zodiacali stessi, il Tredicesimo che si sacrifica tra i Dodici, l’unificazione ed il superamento di tutti e 12 i punti di vista.

Leave a Reply